SeP

Il Supporto Psicosociale secondo le linee guida della Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Nei primi anni 1990 un numero crescente di Società Nazionali comprese che un disastro comporta sofferenze non solo fisiche ma anche mentali nella popolazione colpita, e che il modo tradizionale di portare soccorso mediante assistenza sanitaria, cibo e riparo poteva non essere sufficiente.

Il Centre for Psychological Support nasce nel 1993 come centro di eccellenza ed è una funzione delegata dell’IFRC volta a sviluppare conoscenze strategicamente importanti e le migliori pratiche per le attività della Federazione. E’ ospitato dalla Croce Rossa Danese, a Copenhagen.

Con l’adozione nel Maggio del 2003 della PS Policy vengono tracciate le linee di intervento sia nello sviluppo di programmi a lungo termine che nelle risposte alle emergenze.
Destinatari degli interventi sono le persone vulnerabili, colpite da calamità e che vivono in condizioni di stress, i volontari e dipendenti addetti alla risposta alle catastrofi ed ai programmi comunitari, i delegati che lavorano all’estero.

La PS Policy prevede che i programmi di supporto psicologico siano in conformità con questa politica e che dipendenti e volontari siano dotati delle competenze e degli strumenti necessari per implementare le attività di supporto psicologico.

Nel 2004 il Centro cambia il suo nome in Reference Centre for Psychosocial Support
Viene messo in discussione il protocollo di interventi a seguito di disastri e conflitti fondato sulla centralità del trauma: in alternativa emerge il riconoscimento della capacità di resilienza della popolazione.

La resilienza prende in considerazione lo stress e il distress che la maggior parte delle persone può sperimentare; alcune esperienze possono essere molto penose. La resilienza di alcune persone è insufficiente a proteggerli dallo sviluppare disordini mentali.

Il Supporto Psicosociale: strategie di intervento

pronto intervento psicologico: saper entrare in rapporto con persone in crisi acuta, saper accogliere e valutare i bisogni in un continuum dal supporto emotivo all’aiuto strumentale.

psicoeducazione: avere conoscenza dello stress, della sua natura e dei possibili modi di coping, e saper fornire queste informazioni e incoraggiare il dialogo con le persone colpite. Focus su stabilizzazione e resilienza

Gli obiettivi della strategia 2020 sono perseguiti dal Centro Psicosociale attraverso quattro percorsi:

Servizio Psicosociale

Supporto tecnico ed operativo
nel 2015/6 sono stati sostenuti progetti di supporto tecnico per la crisi dei migranti, crisi in Siria, Ucraina, Sud Sudan

Costruzione di competenze delle NSs
recente costituzione della PSAcademy per sostenere lo sviluppo di competenze di volontari e staff; disponibilità di materiale nel PSCentre tool box

Produzione e condivisione di conoscenze
progetti di ricerca come OPSIC, per tradurre in termini operazionali il supporto psicosociale negli eventi di crisi

Diplomazia umanitaria e comunicazione
costituzione del gruppo interagenzia di riferimento per la salute mentale e il supporto psicosociale